Bollino blu 2019 per la caldaia : come fare a Roma

Bollino blu 2019 per la caldaia : come fare a Roma

Novembre 30, 2018 Off Di admin

Il Bollino Blu è una certificato grazie al quale viene garantito il buono stato degli impianti a gas. Viene rilasciato su richiesta dal proprietario dell’impianto e solamente dopo che si siano superati i controlli effettuati da tecnici specializzati ed autorizzati dal comune di residenza, controlli che  riguardano fumi di scarico e naturalmente il controllo dell’intero impianto

Quando deve esser fatto?

La certificazione del Bollino Blu è obbligatoria dal 2005, deve essere effettuato in base all’anzianità della caldaia di impianto :

  • Se la caldaia ha meno di otto anni, è collocata all’esterno ed ha una potenza inferiore ai 35kw, viene fatto ogni quattro anni;
  • Se l’impianto ha più di otto anni o se la caldaia è collocata all’interno dell’abitazione, viene fatto ogni due anni;
  • Se si tratta di un impianto centralizzato o alimentato a combustibile solido e liquido, gas, pellet e legna, è obbligatorio farlo ogni anno;

Il bollino blu 2019 a Roma

Il comune di Roma Capitale prevede che il Bollino Blu venga rilasciato rispettando le scadenze sopra indicate.

Infatti, ogni anno, l’amministrazione si impegna ad effettuare dei controlli, attraverso interventi a campione ed ispezioni per verificare gli avvenuti controlli.

L’invio della documentazione viene effettuato direttamente dalla ditta di assistenza caldaie Roma scelta per il controllo, che si impegnerà a spedire la dichiarazione di conformità con allegato il pagamento alla società che si occupa per Roma e provincia del Bollino Blu 2019

Quanto costa fare il Bollino blu 2019?

Il costo per fare il bollino blu della caldaia varia tra i 150 e i 200 euro, compresi tutti i controlli sul funzionamento e controlli su emissione dei fumi. Le tariffe variano  a seconda della ditta e dell’eventuale contratto siglato con essa.

Il comune di Roma prevede sanzioni amministrative piuttosto alte, quindi, onde evitare sgradevoli sorprese, vi consiglio di seguire quanto scritto in quest’articolo sopratutto per quanto riguarda il controllo dello stato ed il funzionamento del vostro impianto di riscaldamento.